PROJESU "Anch'Io Missionario" ONLUS
+39 035 322115

Progetti: Kenya

Kenya: Rinascita umana e spirituale delle persone

Il progetto

“La mia missione in Malindi parte da zero, cercando di gettare le basi per offrire una solida base su cui costruire la rinascita umana e spirituale delle persone. Questo lavoro pastorale non è affatto facile poiché i risultati saranno apprezzabili sono nel tempo. Spesso vado per le strade di Malindi per parlare con le prostitute e cercare di offrire loro una valida alternativa alla vita che fanno sia per loro che per i figli e la famiglia che mantengono.

Spesso vado anche nelle cave di pietre per parlare con i bambini e le donne che lavorano in condizioni disumane cercando di organizzare una sorta di “affrancamento” da questa nuova schiavitù incoraggiandole a creare gruppi di lavoro autogestiti attraverso piccoli prestiti di denaro, sostegno psicologico e medico, aiuto spirituale. A volte la sola presenza è di conforto per loro: si sentono amate e sostenute e per questo osano ribellarsi alla situazione di indigenza in cui si trovano.

La prima cosa che cerco di far capire loro è legata ai figli, all’importanza dell’istruzione, della necessità di mandarli a scuola. Per questo offro un piccolo prestito per pagare le tasse scolastiche. Ho creato piccoli asili nido per le donne che lavorano: il mio intento è creare piccoli segni di speranza e un’alternativa possibile all’enorme traffico di esseri umani che purtroppo il turismo sempre più chiede e sfrutta.

Quest’ azione missionaria vuole offrire un’educazione scolastica, incentivare la nascita di vocazioni religiose, creare piccole imprese individuali, migliorare le condizioni di vita. Attualmente non ho come obiettivo le “strutture murarie”, ma sento di dover investire nella relazione umana affidando a Dio il compito di sostenere questi sforzi. Sarebbe bello un giorno poter creare qualche scuola, magari per infermiere perché questo porterebbe enormi vantaggi per tutti. Non solo si formerebbero professioniste, ma queste donne porterebbero nella famiglia e tra la comunità le loro conoscenze incentivando a migliore le condizioni di vita e di salute.

L’ignoranza è davvero il grande nemico dell’Africa. A questo sogno si affiancano altri micro progetti legati alla creazione di piccoli allevamenti di bestiame, recinti per animali, gabbie per i polli. Il lavoro che sto portando innanzi purtroppo non ha fondi disponibili. C’è il mio entusiasmo e la mia disponibilità a garanzia di quello che realizzeremo e per questo sono qua a chiedere un contributo iniziale per porre in marcia le attività di cui ho parlato. Qualunque cifra sarebbe comunque importante per poter incentivare il credito famigliare, pagare i trasporti, le rette scolastiche, le cure mediche.

Penso che la cifra di € 5.000 potrebbe aiutarci notevolmente. Mi scuso se non ho altro da offrire, oltre le fotografie che ho mandato, ma certamente le mie preghiere saranno tutte per voi, di ringraziamento per quanto fate e quanto avete fatto in questi anni. Dio vi benedica.”

Suor Anna Muduwa